ZolChristmas - Il tortello "maritato" del Caracol

Il tortello "maritato" con brodo di prosciutto e katsuobushi del Caracol

Natale tra tradizione ed innovazione. Sapori, profumi e colori di piatti antichi, fedelmente riproposti o creativamente rielaborati. I nostri chef, i loro piatti, il vostro natale a tavola. #ricominciamo.
La terza tappa l'abbiamo fatta a CapoMiseno, dove il Caracol è in chiusura invernale ma lo chef Angelo Carannante è già a lavoro per programmare la riapertura primaverile. Ed ha trovato un po' di tempo anche per noi (e per voi). Il suo Natale? Lo ha infilato in un Tortello fatto a mano, ripieno di verdure e servito in brodo di prosciutto... Il risultato? Un Tortello Maritato eccezionale. 

L'ispirazione, è doppia, va cercata nella leggendaria minestra "ammaritata", piatto della tradizione che è nato povero (si faceva abbinando verdure anche spontanea con gli scarti della carne), è poi diventato ricco (con carni magre e ortaggi freschi) e in un altro grande classico del Natale, il tortellino in brodo. Un classico che chef Carannante ha completamente rivoluzionato: le verdure, sette come tradizione vuole (verza, minestra nera, puntarella, cicoria, broccolo nero, scarola e accio), sono infatti state tagliate al coltello e poi amalgamate con una besciamella blanda e leggera per un ripieno fresco e saporito. Il prosciutto invece, è andato in infusione nel brodo di pollo donandogli corpo e sapore. Verdure e carne dunque, "sposi" nella minestra tradizionale, qui sono divisi da un sottile strato di pasta. Il resto è poesia di Natale, oltre ad una guarnizione leggera fatta con dei leggerissimi fiocchi di katsuobushi, tonnetto essiccato, fermentato e affumicato che regala al piatto un'utile nota di contrasto.




Caracol 
Via Faro 44, Bacoli
Tel.: 081-5233052